Il Pene più Piccolo al Mondo

Il Pene più Piccolo al Mondo

I rimedi naturali per l'allungamento del pene sono tanti nel mercato italiano, molti dei quali da abbinare ad alcuni esercizi specifici.

I prodotti più popolari sono stati formulati secondo le più recenti conoscenze nel settore, concetti tecnici difficili da capire adeguatamente senza le giuste competenze nel campo medico.

I siti italiani sull'argomento non sono affatto numerosi, forse per l'enorme quantità di pregiudizi e timori sull'allungamento del pene, forse per via del controllo da parte di chi non desidera che tali prodotti vengano pubblicizzati e conosciuti, alimentando false voci sulle controindicazioni.

Sarebbe utile un sito web completo e imparziale con immagini, recensioni approfondite e guide sulle differenze tra i vari brand; un sito con uno staff capace di distinguere tra una bufala ed un prodotto serio, dalla qualità paragonabile a ciò che si compra abitualmente in farmacia.

Noi siamo la soluzione a questo problema, con i nostri pareri sui prodotti che abbiamo trovato più efficaci e soprattutto privi di effetti collaterali, scartando ciò che secondo gli esperti non funziona.

una donna mostra il cartellino rosso al suo partner
“Amo il mio pene così com’è, anche se qualche imbarazzo me lo provoca”.

Si legge sincerità nelle parole di Patrick Moote, che secondo più di una ricerca sarebbe l’uomo dal pene più piccolo del mondo.

Un pene piccolissimo - dimensioni microscopiche

Un microdotato che se, da un lato, parla quasi con rassegnazione della sua condizione, dall’altro prova a spiegare quanto questa vada considerata comunque una caratteristica della sua persona.

In quanto tale va quindi accettata, anche se non gli è stata di grande aiuto nella vita sentimentale.


Essere il titolare di una ipodotazione di carattere fallico è una situazione che per la maggior parte dei maschietti sarebbe quantomeno complicata da accettare, non credi?

In realtà, negli ultimi tempi si sta sempre più sgretolando il famoso tabù delle dimensioni del membro maschile.

E si tratta di una dinamica tutt’altro che banale e scontata, in una società che, in generale, riserva attenzioni quasi esclusivamente a chi occupa il vertice delle classifiche (di ogni tipo) e che tende, invece, a sotterrare impietosamente la dignità del "minus habens".


In questo ambito, insomma, sono state stilate graduatorie al contrario: della serie “vince chi arriva ultimo”. E bisogna dire che non sono pochi quelli che hanno partecipato.

Difatti, il tutto si è svolto in vere e proprie gare al ribasso. É il caso di un concorso durante il quale i partecipanti avrebbero messo in mostra quelli che si possono definire tra i peni più piccoli del mondo.

La trovata delle trovate porta la firma di un conduttore radiofonico statunitense, Howard Stern, noto negli USA per l’omonima trasmissione in onda su Sirius XM Radio.

una donna rimane scontenta del suo partner a letto

Con il suo solito eclettismo e la sua consueta stravaganza, Stern avrebbe indetto un concorso per premiare l’uomo con il pene più piccolo.

Lo studio di registrazione dell’Howard Stern Show, che per l’occasione ospitava naturalmente anche telecamere pronte a catturare l’invisibile, si sarebbe così trasformato in una vera e propria gara all’ultimo…centimetro in meno.

I partecipanti si sarebbero presentati come mamma li ha fatti, “dotati” solo di grande coraggio e di sana ironia.

Il concorso si sarebbe sviluppato attraverso una gara canora e l’improvvisazione di altre performance: i concorrenti sarebbero stati messi a nudo non solo in senso letterale, ma anche con domande di una certa irriverenza sulle loro “doti” fisiche e sul rapporto con il proprio pene.

Il tutto davanti a davanti a una giuria che uomo per uomo ne valutava le dimensioni. Scommettiamo che sarai sicuramente d’accordo nel definire questo evento come una vera e propria tortura per il proverbiale orgoglio maschile.

Alla fine, però, non c’è stato un vincitore, anche se basta dare un’occhiata al video – facilmente reperibile in rete –, per chiedersi come tutto questo sia stato possibile. Resta lo spirito di scanzonato divertimento alla base dell’iniziativa, che per riuscire ha bisogno, tuttavia, di trovare una partecipazione convinta in una determinata fascia di uomini.

Una manifestazione simile si tiene ogni anno a New York, nel quartiere di Brooklyn: è una sorta di raduno di microdotati con tanto di gara e, addirittura, un premio di €446.54 al pene più piccolo del mondo.

L’ultima edizione ha registrato una scarsa risposta di concorrenti, chissà se per pudore, per virile orgoglio o perché – i miracoli possono sempre accadere – la lunghezza media era nel frattempo cresciuta.

una ragazza fissa il suo partner sbigottita


Insomma, caro lettore, eccoci al redde rationem: non puoi negare che il complesso del pene piccolo ti abbia sfiorato, se non si è proprio impossessato di te, almeno una volta nella vita. E ti dirò di più: si tratta proprio di quella volta in cui, in media e secondo le statistiche, nel corso della sua esistenza un uomo misura la lunghezza del proprio membro.

Quando è solo per timore, quando è con gli amici per goliardia o per sfida: può accadere in qualunque situazione, ma la verità è che gli studi certificano che si tratti di un ritornello piuttosto frequente.

Quello relativo alle dimensioni del proprio sesso è senz’altro uno dei temi più ricorrenti nell’immaginario dei maschietti, spesso molto concentrati sulla loro fisicità. Nessuno ambisce ad entrare nella classifica dei peni più piccoli del mondo, questo è sicuro, e neppure tu.

E quando diciamo “peni più piccoli del mondo” ci riferiamo a qualcosa di quasi invisibile. Nell’uomo di razza Caucasica di età post-puberale si parla di micropene quando la sua lunghezza è inferiore ai 6 centimetri.

Ma nel video a cui abbiamo fatto riferimento – che in rete ha raggiunto milioni di visualizzazioni -, si possono vedere esemplari davvero minuscoli, ben al di sotto di questa soglia: alcuni non si vedono addirittura.

un ragazzo si stringe le parti intime imbarazzato


E mentre pare ci sia qualcuno così dotato (e perverso) da decidere di autopraticarsi del sesso orale, il buon Patrick Moote, l’uomo dal pene più piccolo del mondo, sarebbe invece stato pubblicamente piantato in asso da quella che avrebbe dovuto essere sua moglie, la quale avrebbe rifiutato una richiesta di matrimonio, avanzata anch’essa in pubblico.

La spiegazione sarebbe stata impietosa: le dimensioni del pene non erano affatto soddisfacenti per i gusti della donzella.

Stando a quello che egli stesso avrebbe dichiarato, dopo questa mazzata moltissimi sarebbero stati i tentativi di risolvere il suo problema. Tutti vani.

Al punto che la sua storia è diventata un documentario, dal titolo “UnHung Hero” (uscito nel 2013 negli USA e distribuito in Italia con il titolo “Sottodotati”), diretto da Brian Spitz e con Moote nel ruolo di sé stesso ma anche, metaforicamente, nel ruolo di moltissimi esponenti dell’universo maschile (magari, chi lo sa, anche nel tuo ruolo), che magari per questa caratteristica hanno sperimentato cosa voglia dire rifiuto e umiliazione.

Nonostante i numerosi tentativi di invertire la rotta, la lunghezza del pene di Patrick Moote è rimasta invariata, “ma con questo film ho voluto dimostrare che le dimensioni non sono così importanti.

Oltretutto non sento di averlo veramente così minuscolo”. Parola di Mister Pene più piccolo del mondo.

Ingrossamento del membro: ciò che ho capito nella mia esperienza

La mia personale esperienza con l'allungamento del pene è passata attraverso diversi prodotti ed esercizi.

Dopo una spesa di alcune centinaia di euro non sono riuscito a notare sul mio membro dei cambiamenti evidenti e per questo stavo passando un periodo di sconforto.

Dopo aver provato Member XXL, tuttavia, la mia vita ha cominciato a cambiare. Ho potuto vedere dei risultati significativi sul mio membro, sia per quanto riguarda la dimensione che la lunghezza: questo ha cambiato radicalmente la mia vita sessuale e la stima per me stesso.

Raccomando dunque l'acquisto di Member XXL a tutte le persone che soffrono di questa condizione davvero spiacevole.
La maggior parte dei siti web vende il prodotto a caro prezzo, ma sono riuscito a trovare Member XXL disponibile su un sito web a un prezzo davvero conveniente.

Se siete interessati all'acquisto, vi consiglio dunque di cliccare sul link che trovate di seguito.

bottiglietta di Member XXL

Dove posso trovare prodotti per l'allungamento del pene al miglior prezzo?

Anche se i prodotti recensiti non si trovano in farmacia, i link di Salute Intima sono stati raccolti tramite una ricerca approfondita e basata su criteri professionali.

Altri siti web guadagnano sulle vendite degli articoli pubblicizzati, nel tentativo di manipolare i potenziali clienti; noi preferiamo aiutare sul serio i nostri lettori, indicando i negozi online con il miglior rapporto qualità/prezzo.

Se siete alla ricerca di un ottimo rapporto qualità/prezzo, date un'occhiata ai siti che vi abbiamo raccomandato!

bottiglietta di Member XXL

AUTORE:

Armando Santari

Sono una persona che ha dovuto combattere con il problema della disfunzione erettile e sono nato con un pene piccolo. Stufo di aver provato tanti rimedi ch non hanno funzionato per niente, ho deciso di contribuire a questo sito per porre chiarezza su come allungare il pene una volta per tutte.

Puoi leggere di più su di me qui.

Torna alla homepage